Associazione Culturale Identità Europea organizza per domani, 10 dicembre, tavola rotonda sull’emergenza “Xyella”

locandina ass. europa - xylellaL’Associazione Culturale Identità Europea ed il Centro Studi Europaitalia hanno organizzato, per giovedì 10 dicembre p.v., una tavola rotonda presso l’Aula Consiliare del Comune di San Vito dei Normanni dal titolo “LA XYLELLA ALLE PORTE? GLI INTERVENTI IMMEDIATI DA FARE, LE RISPOSTE DELLA SCIENZA, LE DECISIONI DELLA POLITICA”.

L’incontro, previsto per le ore 18,00, vedrà la partecipazione del Prof. Franco NIGRO, Docente al Dipartimento di Scienze del Suolo e della Pianta all’Università degli Studi di Bari, che illustrerà il punto di vista della scienza e della ricerca sul tema, fornendo indicazioni pratiche agli olivicoltori sul da farsi.

In campo politico, il confronto sullo scottante tema vedrà intervenire il Consigliere Regionale Dott. Pino Romano, del Partito Democratico, il Consigliere Regionale Dott. Erio Congedo, del gruppo “Oltre con Fitto” e del Consigliere Regionale Dott. Cristian Casili, esponente del Movimento 5 Stelle.

A moderare il tutto, l’Avv. Luca De Netto, Coordinatore Regionale dell’Associazione Identità Europea e referente del Centro Studi Europaitalia, che curerà anche l’introduzione ai lavori della conferenza, evento patrocinato dal Comune di San Vito dei Normanni, dalla Provincia di Brindisi e dal Consiglio Regionale della Regione Puglia.

“I comuni come il nostro, che fa parte della c.d. zona di sorveglianza ma è al confine con la c.d. zona cuscinetto così come individuata dal Piano Silletti bis – ha spiegato l’Avv. Luca De Netto – , non sono affatto immuni da un problema serio e che purtroppo sta avanzando, nonostante le eradicazioni. Per questo, è necessario conoscere lo stato della ricerca e spiegare ai nostri agricoltori e proprietari terrieri quali interventi preventivi attuare con estrema urgenza. Occorre inoltre sottolineare la relazione esistente tra l’infezione da Xylella Fastidiosa ed il Complesso da Disseccamento Rapido dell’Olivo, distinguendo altri tipi di patogeni che causano sintomi molto simili a quello del batterio. C’è poi la questione dirompente delle eradicazioni di ogni specie ospite sana nel raggio di 100 metri dalla pianta infetta, provvedimento che sta sollevando numerosi dubbi dal punto di vista scientifico e  giuridico, e su cui la classe politica è chiamata a confrontarsi assumendo, nel pieno rispetto del dato scientifico e dell’assetto normativo, decisioni che ricadono sull’intera comunità. Invitiamo i cittadini – ha concluso l’Avv. De Netto – ad essere presenti e a seguire con attenzione i lavori del dibattito, che vedrà anche intervento del Sindaco della Città, Domenico Conte”.

Comunicato stampa 

Potresti leggere anche...