Calcio, si chiude in bellezza il campionato dell’U.S. San Vito. Vittoria di 3 a 1 contro il Locorotondo – di Marco Salonna

di Marco Salonna

svito-calcioSi chiude in bellezza la stagione regolare del girone C di Prima Categoria dell’US San Vito 1923 che, dopo la sconfitta per 4-1 in quel di Martina in una gara in cui comunque i biancoverdi erano passati per primi in vantaggio e per oltre mezz’ora hanno fatto tremare la capolista, ha superato per 3-1 un buon Locorotondo. Quest’ultimo infatti, pur non avendo più nulla da chiedere a un torneo concluso a centro classifica, si è impegnato a fondo anche perchè seguito da non meno di 40 sostenitori accorsi al ”Comunale” di Carovigno.

L’avvio di gara è stato piuttosto equilibrato ma a metà del primo tempo il San Vito, pur privo di diversi titolari con mister Monna che ha dato spazio a diverse seconde linee in modo da evitare possibili infortuni o squalifiche in vista dei playoff, ha piazzato un micidiale uno-due che ha indirizzato la gara in suo favore, con entrambe le reti peraltro di pregevole fattura. Al 18° Marinosci, capitano di giornata, con un millimetrico lancio da centrocampo ha infatti pescato in piena area Piliego che ha atteso l’uscita del portiere ospite Giovanni Palmisano per poi batterlo agevolmente; 4 minuti dopo è arrivato il raddoppio a seguito di una bella azione corale sulla fascia sinistra che ha coinvolto Frallonardo, D’Erriquez e Iaia che ha evitato l’intervento di Davide Palmisano e ha fatto partire una conclusione a mezza altezza sulla quale nulla ha potuto l’estremo difensore avversario.

Il primo tempo non ha riservato ulteriori particolari emozioni e si è concluso sul 2-0 ma in avvio di ripresa il Locorotondo ha accorciato le distanze con Massafra, che ha calciato una punizione dalla tre quarti sinistra con una traiettoria innocua che però ha ingannato sia i difensori biancoverdi che D’Agnano, schierato tra i pali al posto di Laghezza che a Martina ha visto interrompersi a 640 i suoi minuti di imbattibilità, comunque una delle migliori prestazioni di sempre nella storia del San Vito; al 64° comunque Scarongella ha rimesso al sicuro il risultato, trasformando un rigore concesso per un fallo in area di Greco sul neo entrato Merico.

Nel finale i baresi hanno tentato più volte di riaprire il match, sfiorando il gol in particolare con Marangi, che a seguito di un contropiede si è incuneato in area ma ha fallito l’ultimo passaggio in favore di Greco liberissimo a tu per tu con D’Agnano, e il San Vito ha avuto a sua volta l’opportunità di arrotondare il punteggio con un colpo di testa di Piliego sugli sviluppi di un corner terminato di poco alto ma l’incontro si è comunque concluso sul 3-1 per i padroni di casa. Si è dunque conclusa la prima fase del torneo con la promozione del Martina, che si è imposto per 2-0 in quel di Bitetto con 300 sostenitori al seguito raggiungendo quota 66 punti e resistendo all’ultimo assalto di un tenacissimo Mola, che con lo stesso punteggio ha espugnato Mottola ma si è fermato a una lunghezza di distacco; staccatissime tutte le altre con il Ginosa che come prevedibile ha conservato il terzo posto superando per 3-0 il Crispiano il che gli consentirà di affrontare in casa il San Vito domenica 23 aprile nella semifinale playoff, con la vincente che sfiderà poi il Mola in riva all’Adriatico; il sodalizio del presidente Trizza ha concluso al quarto posto con 41 punti, frutto di 12 vittorie, 5 pareggi e 7 sconfitte con 34 reti realizzate e 26 subite, ma lascia ben sperare l’eccellente girone di ritorno disputato dai biancoverdi che hanno conquistato 8 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte peraltro nelle proibitive trasferte di Martina e Mola.

Il campionato non è terminato neppure per gli Azzurri Santa Rita di mister Licci, che perdendo 2-0 a Capurso hanno concluso all’ultimo posto con 11 punti a pari merito con la Civitas Conversano retrocedendo in Seconda Categoria e affronteranno uno spareggio contro i baresi che, in caso di vittoria, potrebbe aprire la strada a un eventuale ripescaggio.

Potresti leggere anche...