Carovigno – Dopo il passo indietro di Mimmo Mele, nasce una nuova coalizione attorno al nome di Massimo Lanzillotti

massimo-lanzilotti-630x300

Massimo Lanzillotti

La notizia è ufficiale a tutti gli effetti: Mimmo Mele fa un passo indietro, ritirando la propria candidatura a sindaco per il  Comune di Carovigno. Al suo posto ci sarà invece Massimo Lanzillotti, giovane professionista carovignese, attorno al quale si riunisce convintamente la nuova coalizione politica e sociale composta dal Partito Democratico, dal Movimento “Un’Altra Storia” e da diverse liste civiche.

Mimmo Mele nella conferenza stampa in cui annunciava le sue dimissioni da sindaco

Mimmo Mele nella conferenza stampa in cui annunciava le sue dimissioni da sindaco

Dopo la bagarre col PD regionale e dopo il rifiuto del segretario Emiliano di concedere la tessera del partito all’ex deputato Udc, Mele avrebbe deciso di non concorrere più come primo cittadino, ruolo che rivestiva a pochi mesi fa. Va ricordato, infatti, lo stesso ha palesato di recente le sue dimissioni da sindaco per dichiarati contrasti col Nuovo Centro Destra nato nella  stessa Giunta.

“Trasparenza amministrativa, partecipazione popolare e apertura ai cittadini nei processi decisionali; sviluppo eco-sostenibile e valorizzazione delle bellezze paesaggistiche, storiche e culturali di Carovigno”: questi i pilastri su cui dichiara di fondarsi la neo-coalizione in apposito comunicato stampa. Dove si sottolinea come la figura di Lanzillotti, dottore commercialista e revisore contabile di 34 anni, è “capace di aggregare tutte le forze positive della città, giusta sintesi tra competenza e rinnovamento”.

L’appello degli stessi sostenitori e rappresentanti è pertanto quello di aderire a tale proposta “aperta a quanti, singoli o rappresentanti di movimenti e associazioni della città, intendano contribuire a quella che si prospetta come una vera rivoluzione per la nostra comunità”.

Si legge ancora: “Nelle prossime ore i rappresentanti di tali movimenti si incontreranno per procedere alla stesura del programma che, comunque, sarà aperto alle idee ed alle proposte dei cittadini che vogliano dare il proprio contributo”.

Carmine Brandi

Carmine Brandi

Intanto, sul fronte opposto, voci ancora non ancora ufficiali lasciano intendere ad un possibile ricompattamento del centrodestra carovignese. Non è da escludere, quindi, che le due candidature di Franco De Biasi e Carmine Brandi possano convergere sul nome di quest’ultimo, condividendo un unico progetto politico. Si attendono sviluppi nella prossime ore, a seguito del programmato incontro tra le due aree politiche del centrodestra locale.

Potresti leggere anche...