ExFadda, da giovedì la II edizione di CIRCOlare Festival

ciroclare-fest

Il progetto di iniziazione al Circo, CIRCOlare, nasce dalla volontà di diffondere un mondo apparentemente nascosto, poco conosciuto e morto per molti, quello del Circo: luogo di incontro culturale, fisico-psichico, magico-poetico, per la personalità, la libertà, l’immaginazione e l’illusione, per il divertimento collettivo e solidale. Il circo di cui parliamo e’ il circo contemporaneo che esclude il lavoro e l’addestramento di animali al suo interno e si serve unicamente delle capacità spettacolari dell’uomo.
Ciò che si propone di fare il Festival, dunque, sono alcune giornate di avvicinamento a questo mondo della creazione e ricreazione, del corpo e dell’espressione, della condivisione e partecipazione, al mondo dell’Io e l’ALTRO, al mondo del gioco. Alcune giornate in cui sarà possibile provare le diverse discipline del circo e in cui si potranno sperimentare le proprie abilità.
Una Proposta perfettamente all’unisono con il tempo presente. IL CIRCO, infatti, è uno dei luoghi per eccellenza contro la xenofobia: composto, da sempre, da artisti che vengono da tutto il mondo, bianchi, gialli, neri, la cui funzionalità pedagogia è a favore della mescolanza, del dialogo, della comprensione, della tolleranza e della collaborazione e della pace.
Il circo, luogo per eccellenza che fa delle differenze il suo punto forte, palco della diversità e dell’assurdo.

IN COSA CONSISTE IL FESTIVAL:
Il festival consiste in una prima giornata di presentazione del progetto e eventuale discussione sull’attualità del circo oggi, seguita da un piccolo concerto musicale (ogni anno diverso) con spunti circensi, per avere un’assaggio di quello che propone il festival.
Due giornate di Workshop sulle varie discipline di circo, tenute da vari artisti provenienti da tutto il mondo. Attraverso selezione o attraverso diretta e personale conoscenza. [Per partecipare ai workshop è necessaria l’iscrizione al festival, vi è eventualmente la possibilità di seguire anche solo uno dei workshop].
Una quarta e ultima giornata dedicata allo show finale degli artisti che hanno partecipato al festival, i quali presenteranno il proprio numero su cui hanno lavorato durante l’anno. L’idea nel tempo è quella di far diventare lo show finale IL debutto di una residenza artistica tenutasi il mese prima del festival a cui gli artisti (ogni anno diversi, così da creare nuovi incontri fruttosi per la creazione e immaginazione) lavoreranno insieme.

DORMIRE E MANGIARE:
Gli artisti hanno una casa a disposizione e dunque non si dovranno preoccupare di nessuna spesa da questo punto di vista. i partecipanti possono scegliere l’opzione che più piace: dormitorio, tenda, B&B, hotel … Per quanto riguarda pranzi e cene: i partecipanti dovranno provvedere a se stessi, l’area dove si terrà il festival è ricca di supermercati e negozietti vari dove trovare cibo delizioso e economico. Gli artisti dovranno provvedere al pranzo, mentre sarà garantita una cena calda e gustosa ad un prezzo minimo.

FONDI E CONTRIBUTI
Il festival al momento è autofinanziato e gli ARTISTI sono VOLONTARI, pronti a sostenere la causa in prospettiva di un futuro rigoglioso e pieno di doni … BISOGNERA’ INIZIARE DA QUALCHE PARTE. Non c’è una garanzia di guadagno, tutto dipende dall’affluenza di persone al festival e dallo show finale.
Il festival è senza scopo di lucro e il guadagno che se ne trarrà, dopo aver ripagato gli artisti, verrà usato per comprare materiale da circo e creare uno spazio dove continuare le attività circensi a San Vito dei normanni.

 

Comunicato stampa CIRCOlare Festival

Potresti leggere anche...