“Non mandate via i nostri ragazzi dalla scuola a San Vito”: docenti e ragazzi uniti contro il trasferimento scolastico dei migranti minorenni

minoriNon solo sradicati da quella che ormai è la loro casa, ma anche dal contesto scolastico in cui sono riusciti ad esprimersi e a progettare, con insegnanti e compagni, la loro nuova vita.

Ci si oppone. “Tutta la scuola secondaria di primo grado Buonsanto esprime pieno convincimento affinché i ragazzi possano continuare a frequentare e terminare regolarmente l’anno scolastico in corso. È necessario che gli stessi non subiscano ulteriori mortificazioni morali e disagi dal punto di vista didattico, come appare dalle notizie che si susseguono ,sulla decisione presa dagli organi preposti”: giunge proprio dalla scuola media di San Vito dei Normanni il sentito appello affinché i migranti minorenni residenti a San Vito, che dovranno essere trasferiti altrove su decisione del Prefetto per il rilevamento di strutture d’accoglienza non idonee, possano per lo meno continuare la scuola in loco.

minori-in-classe“La nostra casa è qui, grazie San Vito”: hanno scritto così stamani nella spiacevole attesa di essere trasferiti. Con la consapevolezza di non poter rinunciare alla scuola sanvitese  dove si sono sentiti parte di una comunità, hanno creato fondamentali relazioni interpersonali, fondato il loro percorso di integrazione e dato vita a sogni che non possono essere messi a rischio.

minori-a-scuolaUn forte grido per affermare il diritto ad una reale integrazione si leva dalla scuola media sanvitese, che chiede con decisione agli organi preposti di programmare concrete soluzioni a riguardo.

Potresti leggere anche...