NOTTE DELLA CULTURA MEDITERRANEA, II ed.: Civiltà del Mediterraneo, muri o incontri? Il valore del Mare Nostrum oggi tra identità, storia e interazione

Durante la serata, dedicata al prof. Lorenzo Caiolo, sarà presentata alla città la Fondazione nata in suo nome

 

Civiltà mediterranee legate al “Mare nostrum” che è ponte tra tradizioni, religioni, culture differenti. Oggi qual è il suo valore? Legame o conflitto, muri o incontri? Al via la seconda edizione di Notte della Cultura Mediterranea in programma il prossimo sabato, 31 agosto, nel Chiostro dei Domenicani di San Vito dei Normanni.

Dalla storia ai rapporti tra i Paesi uniti dal “mare tra le terre”, fino ai cambiamenti climatici e alle storiche abitudini alimentari che ne raccontano usi e costumi: di questo diranno gli ospiti della nuova edizione, dedicata al prof. Lorenzo Caiolo, scomparso lo scorso anno, che aveva co-organizzato con entusiasmo la prima edizione nel 2017 e che ha speso buona parte della sua opera culturale alla valorizzazione del Mediterraneo di Pace, intendendolo come necessario ponte tra culture.

notte-della-cultura-med-locandinaLa serata sarà infatti dedicata anche alla presentazione della neo costituita Fondazione Lorenzo Caiolo, nata per valorizzare e diffondere la memoria del prof. di origine sanvitese che, tra le altre cose, ha dato vita alla Settimana dei Bambini del Mediterraneo, evento di straordinaria portata ruotante attorno al valore dell’infanzia e al suo bisogno di pace in un Mare che troppo spesso è dilaniato dal fuoco.

Dopo i saluti del sindaco Domenico Conte e del consigliere con delega all’Animazione Culturale Salvatore Musa, interverranno quindi:

-Angelo Gagliani, speaker del movimento “Friday for Future”, che parlerà dello scottante quanto attuale tema de “I cambiamenti climatici nei Paesi del Mediterraneo”;

-Domenico Rogoli, segretario della Fondazione Dieta Mediterranea. Racconterà de “La Dieta appartenente ai popoli del Mediterraneo”, specificando il valore del regime alimentare riconosciuto dall’Unesco come patrimonio dell’Umanità;

-Antonella Palmisano, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Ostuni che fortemente ha voluto la riproposizione della “Settimana dei Bambini del Mediterraneo” , ideata e coordinata dal prof. Caiolo;

-Franco Colizzi, direttore del Centro di Salute Mentale di Brindisi. Da autore dell’importante “Festival della Cooperazione internazionale”, egli dirà del prezioso valore dell’iniziativa come strumento per favorire integrazione, accoglienza, dialogo tra culture, non facendo mancare il suo ricordo dell’amico Lorenzo.

-Silvia Di Dio, presidente della Fondazione Lorenzo Caiolo, che illustrerà alla città suoi valori ed obiettivi.

A presentare e a moderare gli interventi della serata sarà la giornalista Federica Marangio de “La Gazzetta del Mezzogiorno”.

L’evento, con inizio previsto per le ore 20.30, è parte della rassegna estiva “Sere d’estate” ed è patrocinata dal Comune di San Vito dei Normanni.

Potresti leggere anche...