Raccolta differenziata a San Vito: nel 2016 aumento di 2 punti percentuali rispetto all’anno precedente

Si riceve dall’Amministrazione comunale e si pubblica

La differenziata passa dal 68 al 70%. Ecco dove vanno a finire le frazioni raccolte

 

San Vito dei Normanni ha superato nel 2016 il 70% di raccolta differenziata.

Un risultato importante per la comunità sanvitese, impegnata quotidianamente nel rispetto dell’ambRACCOLTA-DIFFERENZIATA-SERVECO-PAGINA1iente. I dati ufficiali, diffusi pochi giorni fa, dimostrano che la collaborazione tra cittadini, azienda e amministrazione comunale porta buoni frutti: in questo caso un incremento della differenziata rispetto al 2015. L’anno precedente, infatti, la raccolta differenziata si era attestata al 68,2%.

L’impegno nella raccolta differenziata da parte dei cittadini è ripagata anche dal punto di vista ambientale e sociale: maggiore è la percentuale di raccolta differenziata e meno risorse si consumano. Le diverse frazioni, infatti, vengono successivamente conferite dalla società  Serveco negli impianti di trattamento, che trasformano carta, plastica, metalli, vetro in materiali di riciclo, mentre i rifiuti organici diventano compost biologico. Quest’ultima frazione rappresenta la parte più cospicua della raccolta: ben il 35% della raccolta differenziata di San Vito dei Normanni è composta dal rifiuto organico, che attualmente viene conferito a Laterza, nell’impianto della società Progeva. Carta e cartone rappresentano l’11% e sono conferiti assieme alla plastica (8%) presso l’impiano Recsel, a Taranto, dove vengono selezionate e inviate verso il riciclo. Anche il vetro raccolto (7%) viene avviato al riciclo. Il legno (1,7%) viene conferito all’impianto CGF Recycle in Monopoli, mentre i rifiuti ingombranti vengono conferiti in impianto di Francavilla Fontana o presso l’impianto Ri.Plastic di Balvano di Lucania.

“Il percorso di crescita ambientale della cittadina” afferma Pino Caramia, responsabile del settore Igiene Urbana di Serveco, “conferma le nostre aspettative. Anche se nel corso dell’anno abbiamo dovuto sopperire ad alcune difficoltà dovute al contesto territoriale in cui ci muoviamo, i cittadini hanno saputo far fronte comune, dimostrando di tenere alla propria città, al proprio futuro”.

“Siamo orgogliosi del risultato raggiunto anche nel 2016 dai cittadini sanvitesi” commenta l’Assessore Sabatelli. “Il 2016 non è stato un anno facile per il settore dei rifiuti in provincia di Brindisi, a causa della delocalizzazione dei rifiuti indifferenziati (il cosiddetto “secco residuo”) a Cavallino (LE) e addirittura in Emilia Romagna nel periodo estivo. Purtroppo la mancanza di impianti idonei al trattamento e allo smaltimento dei rifiuti nel territorio provinciale comporta difficoltà logistiche e aumento dei costi. Assieme al Sindaco, mi sono fatta portavoce, presso le competenti sezioni regionali, della necessità di riconoscere una diminuzione delle tariffe di smaltimento dei rifiuti indifferenziati per i comuni virtuosi. La proposta è stata accolta positivamente dall’Agenzia Territoriale della Regione Puglia per il Servizio di Gestione dei Rifiuti e ci auguriamo, pertanto, che a partire da quest’anno potranno esserci delle diminuzioni dei costi e conseguentemente della TARI, diminuzioni che potranno essere sempre più importanti con il costante aumento della percentuale di raccolta differenziata.”

Le informazioni complete relative al conferimento sono disponibili sul sito www.serveco.eu ed elencate di seguito:

  • Rifiuti organici – Progeva – Laterza – kg 2.589.070 – 35%
  • Carta e cartone – Recsel srl – Taranto – kg 823.480 – 11%
  • Vetro – Recsel srl – Taranto / ALL. FER Srl – Francavilla Fontana – kg 537.100 – 7%
  • Plastica e metalli – Recsel srl – Taranto – kg 583.060 – 8%
  • Inerti – Iris srl – San Vito dei Normanni – kg 221.800 – 3%
  • Ingombranti – ALL. FER Srl – Francavilla Fontana – kg 74.740  – 1.01%
  • Legno – G.F. Recycle srl – Monopoli – kg 124.590  – 1,7%
  • Televisori – Ri.Plastic srl – Balvano di Lucania – kg 49.200 – 0,66%
  • Piccoli e grandi elettrodomestici – Ri.Plastic srl – Balvano di Lucania – kg 45.600 – 0,62%
  • Frigoriferi – Ri.Plastic srl – Balvano di Lucania – kg 26.040 – 0,35%
  • Oli vegetali – Ecologica Sud di D’Angiulli – Taranto – kg 4.770 – 0,06%
  • Indumenti usati – Nuova Promozione Umana Soc. Coop. – Erchie – kg 55.950 – 0,8%
  • Metallo, ferro e acciaio – ALL. FER Srl – Francavilla Fontana – kg 38.000 – 0,51%
  • Contenitori “T” e/o “F” – Serveco srl – Martina Franca – kg 811 – 0,01%
  • Batterie al piombo – Team Italia srl – Lecce – kg 420 – 0,008%

 

Potresti leggere anche...