Selezione Servizio Civile Nazionale: tra le sedi del progetto anche Brindisi

di Tommaso Lofino

È stato pubblicato il bando per il servizio civile nazionale per l’anno 2018 nell’ambito delle finalità istituzionali individuate dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Una bella e interessante opportunità per 489 giovani dai 18 ai 28 anni.

Per poter partecipare alla selezione, occorre visitare il sito istituzionale del Servizio Civile, leggere attentamente i documenti presenti in allegati, in particolare il Bando Servizio Civile Nazionale Agricoltura, l’elenco degli enti, la domanda di ammissione, la dichiarazione titoli.

Dopo aver individuato il progetto d’interesse, occorre consultare la Home page del sito dell’ente, dove è presente la scheda contenente gli elementi essenziali del progetto, ovvero l’intero elaborato progettuale, le indicazioni per poter partecipare alla selezione e l’indirizzo a cui spedire la domanda.

servizio-civile-misericordia_43993_2140La domanda di ammissione alla selezione e la relativa documentazione vanno presentati all’ente che realizza il progetto prescelto entro la data di scadenza del bando.

La domanda di partecipazione deve pervenire all’ente che realizza il progetto entro e non oltre le ore 14.00 del 5 febbraio 2018. Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione.

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile Nazionale, pena esclusione dalla partecipazione alla selezione.

Nella provincia di Brindisi, la sede brindisina del Movimento Cristiano Lavoratori, sita in via Cesare Braico, è una delle sedi di attuazione del progetto “TERRE VULNERABILI CONTRO IL CAPORALATO DIGNITA’ E LEGALITA’”.

Gli obiettivi generali previsti in questo progetto sono: assistere le vittime del Caporalato fornendo assistenza legale, psicologica e materiale, garantire alle vittime del Caporalato gli strumenti per emergere dalla condizione di sfruttamento. Considerando quanto sancito dall’art. 1, lettera E della Legge 64/2001, lo svolgimento del progetto permette di realizzare i principi costituzionali di solidarietà sociale, di solidarietà e cooperazione a livello nazionale con riguardo alla tutela dei diritti sociali, contribuendo allo stesso tempo alla formazione civica, sociale, culturale e personale dei giovani.

Per questo progetto saranno scelti 3 giovani volontari, per un impiego di circa 30 ore distribuite su 5 o 6 giorni settimanali, per un totale di 1400 ore annue, distribuite su 12 mesi. Il contributo mensile è di 433, 80 euro.  È previsto un percorso formativo specifico e generale. Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione da inserire nel curriculum vitae.

Potresti leggere anche...