Sportelli Postamat inutilizzabili ad uffici postali chiusi. Il malcontento degli utenti

sportelloNon si può più prelevare dallo sportello Postamat ad uffici chiusi: questo vuole la nuova disposizione di Poste Italiane che adduce come motivazione il voler evitare che si ripetano “atti criminosi” ai danni degli stessi distributori.

E’ stata a dir poco sgradevole la scoperta fatta dai soli cittadini di Puglia e Matera che, già da sabato 6 febbraio, non hanno potuto effettuare alcuna operazione allo sportello ATM.

Senz’altro notevole il danno per tutti coloro che (si pensi anche agli studenti fuori sede) hanno reale necessità di prelevare contante e dovranno, stando a quanto disposto, curarsi di farlo solo nelle ore e nei giorni di apertura uffici.

Ne va che un gran malcontento si stia diffondendo tra i cittadini che ancora in queste ore stanno apprendendo della disagevole novità.

Poste Italiane ha dato la notizia comunicando che “dalla data odierna (sabato 6 febbraio, ndr) in Puglia e nella provincia di Matera, al termine dei turni di apertura degli uffici postali, gli Atm (distributori automatici di banconote) verranno svuotati delle banconote di cui sono forniti e disattivati, per essere riforniti e resi disponibili solo alla riapertura del turno lavorativo successivo. La decisione è stata presa a seguito dei reiterati e devastanti atti criminosi avvenuti nelle ultime settimane a danno dei suddetti distributori. Pertanto, i clienti potranno usufruire del servizio di prelievo automatico solo nell’orario di apertura degli uffici postali”.

L'ufficio postale di San Vito dei Normanni

L’ufficio postale di San Vito dei Normanni

Un inaccettabile disservizio ed un abuso: di questo si tratta per l’Adoc che ha già ribattuto come “la sicurezza non possa essere fatta a spese del cittadino” ed ha chiesto il repentino ritiro della disposizione di Poste Italiane.

Per l’Associazione Difesa Orientamento Consumatori, peraltro, la decisione appare “quasi discriminatoria”: perché infatti vale unicamente per Puglia e provincia di Matera?

Adoc: “Tutto questo è ancora più grave se si pensa che l’utenza di Poste Italiane è variegata: oltre a cittadini, stranieri ed anziani, molti giovani (non titolari di un conto corrente) utilizzano gli sportelli ATM di Poste per prelevare dai loro libretti postali, gratuitamente. Non da ultimo, la circostanza che questa decisione appare quasi discriminatoria, perché rivolta solo ad alcuni utenti, quelli pugliesi e della provincia materana”.

Potresti leggere anche...