Tempo scaduto per il ritiro delle dimissioni: Mele non è più sindaco di Carovigno. Si vota a maggio

Mimmo MeleFinita, almeno per il momento, l’amministrazione guidata da Mimmo Mele nella città di Carovigno. Dove si torna quindi a votare nel prossimo maggio.

Scaduto oggi infatti il tempo utile per il ritiro delle dimissioni dell’ex deputato Udc, che venti giorni fa aveva mollato le redini della città a seguito di continui contrasti all’interno della sua Giunta ed in particolare con il gruppo del Nuovo centro destra.

Tensioni forti che avevano a che fare con la nomina della presidenza del Consorzio di Torre Guaceto, disaccordi legati alla gestione stessa della Città e, presumibilmente, altre questioni rimaste nel riserbo.

Quale sarà, quindi, il quadro delle alleanze per l’ormai certa campagna elettorale?

Sicuramente interessato a ridare stabilità alla sua città è l’ex sindaco Vittorio Zizza, agguerrito esponente d’opposizione nel governo Mele. Forza Italia infatti proporrà con certezza un progetto politico per riprendersi il governo della città. Ancora riserbo sul nome del possibile candidato/a sindaco.

Ci sarà da capire anche chi deciderà di schierare il Nuovo Centro destra e se sarà possibile un’alleanza con la stessa Forza Italia.

E Mele? Cosa deciderà di fare il sindaco uscente? Possibile il proseguo dell’alleanza con il locale Partito democratico. E non esclusa, per ora, una nuova candidatura che punti ancora sulla sua persona.

Potresti leggere anche...