Torre Guaceto vince l’Oscar per l’ecoturismo

trOgni anno Legambiente premia le strutture ricettive con le migliori soluzioni di ecosostenibilità, ed i parchi naturali e le aree marine protette di tutta Italia che si caratterizzano per una governance illuminata che riesce a coniugare nello stesso piano di gestione, tutela e promozione della fruizione.

Quest’anno l’Oscar per l’ecoturismo è stato assegnato all’Area Marina Protetta di Torre Guaceto. La premiazione è stata celebrata al BTO (Buy Tourism Online) di Firenze, evento di riferimento sul mondo del Travel & Innovation arrivato alla decima edizione.
All’assegnazione dei riconoscimenti erano presenti il responsabile Turismo di Legambiente, Angelo Gentili, Sebastiano Venneri presidente Vivilitalia, Flavia Coccia Comitato per la Promozione del Turismo Accessibile presso Mibact, Emilio Casalini giornalista, ed Antonio Nicoletti responsabile Aree protette e Biodiversità Legambiente.
Varie le realtà italiane premiate, ben 15, ed è con grande entusiasmo che il direttore della Riserva, Alessandro Ciccolella ha ritirato il riconoscimento.
Torre Guaceto è stata scelta e premiata da Legambiente per le politiche applicate all’interno dell’area protetta il cui valore è sottolineato anche dal rinnovo della certificazione Emas ottenuto anche quest’anno.
tr-guacLa sostenibilità all’interno di un’area protetta si esplica attraverso un monitoraggio costante dell’impatto che la fruizione turistica ha sugli ambienti naturali, l’adozione di soluzioni che mirano a ridurne l’influenza sugli ecosistemi e la verifica del raggiungimento degli obiettivi che ci si prefissa attraverso l’applicazione delle azioni mirate. E, come evidenziato dagli Organi competenti, il Consorzio di gestione di Torre Guaceto mantiene annualmente i propri standard di tutela e promozione dell’area in un processo di miglioramento continuo.
L’assegnazione di questo premio, gratifica quanti ogni giorno lavorano per il bene della Riserva e fa da sprone per l’investimento di ulteriori sforzi umani sul fronte della tutela dell’area protetta.
La premiazione è arrivata a conclusione di una due giorni di full immersion nel mondo dell’innovazione turistica sostenibile.
Tantissimi i convegni organizzati nell’ambito di BTO con fucus sulle nuove tecnologie da utilizzare per la promozione territoriale, l’efficientamento degli sforzi già in campo e le start up che indicano la strada virtuosa da seguire per la crescita delle realtà a vocazione turistica e che confermano che i percorsi già intrapresi dal Consorzio sono quelli giusti e che possono essere rinforzati in modo proficuo.
Tra le “nuove” tendenze della promozione turistica, infatti, ci sono elementi cardine della strategia di Torre Guaceto, quali l’utilizzo etico e partecipato dei social, il potenziamento di una tecnologia che spinga l’utente all’interazione costante con il sistema hitech della Riserva, e l’attenzione all’universo del risparmio energetico, dell’agricoltura sostenibile e della fruizione inclusiva. Tutti punti centrali nel piano redatto nell’ambito della Carta Europea del Turismo Sostenibile di Torre Guaceto.
C.S.

Potresti leggere anche...