Calcio, U.S San Vito: pareggio con il Norba Conversano – di Marco Salonna

us san vito

di Marco Salonna

Dopo una seconda metà di ottobre con alti e bassi, che ha visto i biancoverdi cogliere un prezioso successo esterno per 1-0 in quel di Acquaviva seguito dal pareggio casalingo per 1-1 contro il quotato Mottola e dall’inopinata quanto pesante sconfitta per 5-1 nella trasferta di Capurso, sulla carta non proibitiva, l’U.S. San Vito 1923, in vantaggio per larga parte dell’incontro, perde una ghiotta occasione di tornare al successo facendosi raggiungere in extremis sull’1-1 dal Norba Conversano, formazione non certo tra le big del girone ma comunque apparsa ben messa in campo.

L’incontro, disputato sul terreno in erba sintetica di Mesagne per l’ormai cronica indisponibilità del ”Citiolo” e quella del Comunale di Carovigno, dove usualmente il San Vito disputa i match interni, ha avuto un avvio non entusiasmante con i ragazzi di mister Monna esercitare una certa supremazia territoriale e collezionare diversi calci piazzati in zona offensiva senza però creare vere occasioni da rete e sono stati anzi i gialloblù ospiti a farsi di tanto in tanto minacciosi in contropiede e andare vicinissimi alla marcatura con Mastronara, la cui conclusione a botta sicura dal limite si è stampata sul palo e ha attraversato tutta la linea di porta senza però varcarla: il pericolo corso ha comunque dato una scossa al San Vito che si è immediatamente riversato in avanti con Iaia che ha impegnato severamente il portiere ospite Tappero con un tiro dalla distanza e al 36° ha realizzato il gol del vantaggio, mettendo dentro di testa al termine di una furiosa mischia nell’area piccola sugli sviluppi di un corner nel quale prima Raffaello e poi Cavallo avevano mancato per un soffio il tap-in vincente.

Il secondo tempo ha visto per larghi tratti i biancoverdi controllare agevolmente la situazione, rischiando qualcosa solo quando Laghezza, schierato tra i pali al posto di D’Agnano che era stato il titolare negli incontri precedenti, si è immolato su una conclusione sotto misura di Santoro deviandola in angolo, e sfiorare più volte il raddoppio in particolare con Grassi, che prima ha peccato di egoismo calciando alto dalla tre quarti sinistra invece di servire i meglio piazzati Iaia e Quintavalle e poi si è ben destreggiato al limite dell’area facendo partire una conclusione che è uscita di pochissimo ma al 91° è arrivata la beffa: Palazzo ha calciato una punizione da centrocampo che, grazie anche al forte vento a favore, si è trasformata in un lunghissimo spiovente verso la porta biancoverde sul quale il più lesto ad avventarsi è stato Mastronara, che ha colpito di testa con la sfera che si è insaccata sul primo palo alle spalle di un Laghezza rimasto fermo tra i pali quando forse sarebbe stato meglio tentare l’uscita.

Con questo ormai insperato punto il Norba Conversano si porta a quota 5 mentre il San Vito sale a quota 11, a pari merito con il Ginosa e alle spalle del Vigor Moles, capolista con 16, al lanciatissimo Martina che ha battuto per 2-1 gli adriatici nello scontro diretto portandosi a una sola lunghezza di distacco ma con una partita in meno disputata e al Grumese/Bitetto, che non è andato oltre lo 0-0 interno con il Capurso portandosi a quota 14 e che il 20 novembre sarà il prossimo avversario del San Vito, dopo che il 13 i biancoverdi osserveranno la loro giornata di riposo. Per quanto riguarda invece gli Azzurri Santa Rita la situazione in classifica rimane molto precaria ma quantomeno con lo 0-0 esterno di Locorotondo la formazione di mister Licci si è portata a quota 3 lasciando alla Civitas Conversano l’ultimo posto del girone in solitudine.

Potresti leggere anche...