UIL San Vito dei Normanni, inaugurata la nuova sede in via A. Volta. Tanti i cittadini presenti

copertinaCon una notevole ed entusiasta partecipazione di cittadini ed alla presenza di rappresentanti regionali, è  stata inaugurata lo scorso 29 marzo la nuova sede UIL -UILA di San Vito dei Normanni in via Alessandro Volta.

Tanto affetto attorno ad Assunta Marinò e alla sua famiglia che, da molti anni ormai, coordina la UIL (Unione Italiana dei Lavoratori) a  San Vito. E, nell’occasione dello scorso venerdì, si è ribadito l’importante impegno di continuare a fare “di più e meglio”, come ha voluto precisare la stessa coordinatrice locale.

56312095_343319323194049_7963267772245344256_n“E’ una gioia per noi, un nuovo punto di partenza per Assunta Marinò. Con questa sede più grande si potrà dare maggiore soddisfazione agli iscritti e noi siamo qui perché volevamo a tutti i costi condividere con lei, con Aldo e con Angelo questo momento di crescita importante”: lo ha detto Franco Busto, segretario regionale UIL.

Emozionata, la stessa Marinò ha commentato ribandendo la forza del suo impegno instancabile e la voglia di fare sempre meglio: “Considero questo passo avanti un punto di partenza e non di arrivo. Sono molto contenta perché il mio, il nostro lavoro sta avendo un grande riscontro. I consensi  ci dicono che in questi anni abbiamo lavorato bene. Ora però dobbiamo fare di più e meglio”.

Assunta Marinò, UIL San Vito dei Normanni

Assunta Marinò, UIL San Vito dei Normanni

Estendendo il discorso al contesto regionale, Busto fa poi presente come la crescita in termini di consenso della Uil andrebbe coadiuvata da politiche condivise e di attenzione ai veri problemi delle persone: “Stiamo crescendo e questo vuol dire che abbiamo attenzione e fiducia da parte dei cittadini. Purtroppo la crescita della nostra regione non dipende solo dal discorso sindacale. C’è una politica che potrebbe e dovrebbe fare molto di più. Speriamo di riuscire ad incidere maggiormente, auspichiamo ad avere dei tavoli dove esprimere la nostra opinione. Abbiamo esperienza, abbiamo volontà, abbiamo competenze. Noi non vogliamo dire le cose che si devono fare ma quelle che si possono fare insieme. Basta volerlo”.

55908392_404560720341799_6718683114261970944_nIndaffarata oltremodo con i servizi CAF, la UIL sta offrendo in questo momento supporto anche per la grande richiesta di domande pro reddito di cittadinanza. Ad Assunta, abbiamo chiesto la sua percezione delle difficoltà e dei bisogni che appartengono ai cittadini. “Impossibile non avvertire che c’è tanta disperazione – dice – tanta, tantissima precarietà, troppe le persone che annaspano ad arrivare a fine mese e si aggrappano a questa prospettiva. Quel che bisognerebbe fare è  garantire la certezza del lavoro. Il lavoro come diritto sacrosanto di ciascuno prima di qualsiasi palliativo”.

Le foto sono di Daniele Balestreri.

cittadini56640083_341376700059993_7876108695237558272_n55539981_259799761637376_7393976462820245504_n55857850_288726842060451_6813016371497009152_n

Potresti leggere anche...